Sgravi contributivi in arrivo per il lavoro agile

È stato firmato il 12 settembre 2017 il decreto che riconosce sgravi contributivi ai datori di lavoro privati che abbiano previsto, nei contratti collettivi aziendali , istituti di conciliazione tra vita professionale e vita privata dei lavoratori. Il decreto è stato firmato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, e dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan. I lavoratori agili potranno godere di sgravi al 5% della retribuzione imponibile.

La misura potrà contare per due anni, 2017 – 2018 su circa 110 milioni di euro ma la percentuale esatta di sgravio fiscale verrà definita dal rapporto tra domande presentate e risorse disponibili.

Il comunicato del ministero afferma che “Per accedere agli sgravi contributivi i datori di lavoro dovranno aver sottoscritto e depositato contratti collettivi aziendali che prevedano l’introduzione di misure di conciliazione tra vita professionale e vita privata innovative e migliorative rispetto a quanto già previsto dai contratti collettivi nazionali di riferimento o dalle disposizioni vigenti.  Il beneficio potrà essere riconosciuto ai contratti collettivi aziendali sottoscritti e depositati a decorrere dal 1° gennaio 2017 e non oltre il 31 agosto 2018, nei limiti e con le modalità stabilite nel decreto.Considerato il carattere sperimentale della misura, il decreto individua criteri di accesso al beneficio che possano favorire la più ampia partecipazione dei datori di lavoro interessati.”

2017-09-22T16:13:36+00:00Categories: Blog|Tags: , , , |