Parte la sperimentazione sul vuoto a rendere in hotel bar ristoranti

Parte nei bar, hotel e ristoranti il 10 ottobre 2017, una fase di sperimentazione per il recupero di bottiglie in vetro, in plastica e per le lattine. Un sistema già in vigore da tempo in Germania ed altri paesi del nord Europa.

I locali che aderiscono all’iniziativa verranno contrassegnati con un simbolo  all’ingresso.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare i consumatori verso il valore del recupero, nel nome dell’economia circolare. Grazie a questo sistema sarà possibile recuperare le bottiglie vuote con capacità compresa fra i 0,20 e gli 1,5 litri, di diversi materiali.

Stabilita dal regolamento del ministero dell’Ambiente, sulla Gazzetta Ufficiale il 25 settembre, la fase sperimentale che coinvolge una varietà dei esercizi. Un sistema che sarà attivabile volontariamente per un anno e mette in opera un sistema di restituzione di bottiglie e contenitori.

Le bottiglie ed i contenitori saranno riutilizzabili fino a 10 volte prima di essere smaltite.

Il vuoto a rendere comporterà il pagamento di una cauzione che verrà restituita nel momento in cui verrà restituito. Il valore della cauzione oscillerà tra i 5 e i 30 centesimi ed è assicurato che tale componente non comporterà nessun aumento del costo d’acquisto di acqua e birra. Gli esercenti aderenti alla filiera verseranno la cauzione nel momento dell’acquisto dell’imballaggio, con il pieno diritto di recuperarla al momento della restituzione dell’imballaggio vuoto.

 

 

 

2017-09-28T13:14:56+00:00Categories: Blog|Tags: , , , , , , |