ENI e ILVA siglano a Taranto il nuovo protocollo sulla sicurezza sul lavoro; il nuovo protocollo per la sicurezza sul lavoro e la gestione delle emergenze incendi è stato siglato dai dirigenti delle due aziende alla presenza del Ministro del Lavoro Enrico Giovannini e del Ministro dell’ambiente Andrea Orlando

Il nuovo protocollo sulla sicurezza sul lavoro presuppone una analasi dei casi di rischio verificati nelle attività che potrebbero essere potenzialmente periocolosi e prevede un’attività di formazione rivolta sia ai lavoratori diretti sia a quelli delle decine di aziende che lavorano in appalto su specifiche linee di produzione. Alla stesura del documento sulla sicurezza sul lavoro hanno partecipato attivamente anche gli Enti e gli Organismi preposti al controllo e alla vigilanza.

particolarmente significative le parole del Ministro Giovannini che rileva come il tema della formazione sulla sicurezza sul lavoro sia una nota dolente per le aziende italiane: “Nel 2013 solo il 55 per cento delle imprese che hanno assunto nuovi addetti hanno fatto formazione. È troppo poco. La sicurezza sul lavoro passa attraverso la capacità di usare macchinari, di interagire con l’ambiente. Passa per le persone, non solo dagli operai ma anche dai dirigenti … Il management  deve allinearsi a questa cultura. La responsabilità sociale d’impresa sul lato ambientale deve essere declinata anche sul piano sociale, oltre che finanziario ed economico”

anche il Governatore della Regione Vendola non usa mezzi termini nell’indicare come problematica l’atttuale cultura legata al lavoro ed alla sicurezza sul lavoro: “La cultura del lavoro è stata massacrata negli ultimi decenni e sono spariti i diritti fondamentali. Siamo di fronte a una casistica di incidenti da analizzare con attenzione, evitando di presentare come soddisfacente un quadro migliorato solo per la diminuzione dei posti di lavoro”

probabilmente questo impegno nell’individuazione e nella stesura del protocollo sulla sicurezza sul lavoro rappresenta solo il primo passo per riuscire ad affrontare in maniera sistematica una problematica così ampia e di cosi complessa natura