FIRENZE – Siglato da Regione Toscana e INAIL l’accordo per un progetto di formazione alla sicurezza sul lavoro destinato alle impreseartigiane. 450 mila euro è la somma stanziata dall’amministrazione regionale, somma che andrà a finanziare programmi formativi che interesseranno datori di lavoro, lavoratori autonomi e Rappresentati dei lavoratori per la sicurezza RLS.

I corsi saranno 120, verranno erogati con la collaborazione del CPRA e copriranno l’intero territorio regionale. Dovranno innalzare il livello di attenzione e di preparazione dei datori di lavoro, informare, formare e sensibilizzare, al fine di incentivare e potenziare la sicurezza nell’organizzazione del lavoro e la gestione oculata in azienda.

L’accordo è stato siglato dall’assessore al Diritto alla salute della Regione Toscana Daniela Scaramuccia, il direttore INAIL Toscana Bruno Adinolfi e il rappresentate legale CPRA Ciro Recce.

“La tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro è per la Regione Toscana uno degli obiettivi prioritari” – ha dichiarato  l’assessore Scaramuccia – “La piccola e micro impresa costituisce il tessuto produttivo prevalente (circa il 95%) della nostra regione. E in periodi di recessione come questo, le piccole imprese hanno difficoltà maggiori rispetto alle grandi aziende a investire risorse per la sicurezza e la salute. Da qui, dunque, la scelta politica di sostenere la formazione per la sicurezza nell’artigianato. L’integrazione tra tutti i soggetti, assieme al coinvolgimento delle parti sociali, sindacali e dei datori di lavoro, è uno dei perni del sistema toscano di sicurezza e salute sul lavoro”.

fonte: www.quotidianosicurezza.it