Formazione, Liori: “Master in Sardegna per affiancare il Master and back”
“Con il programma Master in Sardegna (Mis) allarghiamo l’offerta formativa e favoriamo la crescita culturale di molti studenti, con un ottimo rapporto costi/benefici, da non trascurare in previsione – ha sottolineato Liori – della possibile diminuzione delle risorse disponibili”.
CAGLIARI, 7 SETTEMBRE 20112 – “L’Alta formazione è un tema chiave per la crescita e lo sviluppo della Sardegna, perciò stiamo mettendo a punto modelli e percorsi virtuosi per un adeguato utilizzo delle risorse a disposizione, proseguendo l’esperienza del Master and back e migliorando l’offerta del Master in Sardegna.” Lo ha detto l’assessore regionale del Lavoro, Antonello Liori, durante la presentazione del progetto per l’Alta formazione post universitaria predisposto dall’Assessorato.

“Con il programma Master in Sardegna (Mis) allarghiamo l’offerta formativa e favoriamo la crescita culturale di molti studenti, con un ottimo rapporto costi/benefici, da non trascurare in previsione – ha sottolineato Liori -della possibile diminuzione delle risorse disponibili. In tre anni, con circa 7 milioni di euro, in 21 master abbiamo formato 596 studenti, con un costo medio di 11.000 euro ad allievo. Una programmazione che vede la Regione svolgere un ruolo da protagonista, non più semplicemente come ente erogatore di fondi, ma come soggetto in grado di programmare ed organizzare percorsi di AF, anche in partenariato non solo con le università sarde, ma anche con le più prestigiose università nazionali e internazionali. Nell’ultimo anno abbiamo attivato corsi in collaborazione con le Università di Ferrara, Piacenza, con il Politecnico di Torino, la Luiss di Roma, il Forte Village, le Università di Melbourne, Vienna, Barcellona, Berlino e Harbin (Cina), nella speranza che si possa creare un sistema sardo, potenziale attrazione verso l’Isola. Per il prossimo anno, il programma sarà rivolto ad alcuni temi indispensabili allo sviluppo socioeconomico dell’Isola: turismo, pubblica amministrazione, energia ed ambiente, nautica e portualità, sanità pubblica e privata.”

“Per quanto riguarda il Master and back, coi 21,5 milioni di euro stanziati a luglio sono state soddisfatte tutte le domande dei 575 neolaureati – ha ricordato l’assessore Liori – Entro l’anno verrà bandito il nuovo avviso con una dotazione di 10 milioni di euro, da dividere tra alta formazione e percorsi di rientro, in questo ultimo caso con un eventuale ulteriore stanziamento per l’autoimpiego (back impresa). Il programma, alla luce dei risultati e delle criticità dimostrate, necessita di un necessario ripensamento e, visti i costi (il solo master costa circa 30 mila euro a studente, 90 mila con il back) e le risorse, sarà tendenzialmente indirizzato verso temi di difficile organizzazione nell’Isola e/o scelte di eccellenze.”

“L’alta formazione è uno strumento idoneo a favorire la qualificazione e lo sviluppo del capitale umano, – ha concluso l’assessore Liori – consapevoli del suo elevato valore strategico e delle esigenze di professionalizzazione del mondo produttivo. Una buona programmazione finalizzata alla creazione di professionalità di livello eccellente crea condizioni favorevoli a un più facile inserimento nel mercato del lavoro. Tema che, vista la crisi occupazionale nell’Isola, è da considerare di grande attualità e rappresenta un importante investimento in prospettiva.”

Fonte: www.regionesardegna.it