Storico primato del numero degli iscritti agli istituti tecnici di enogastronomia e l’ospitalità alberghiera per l’anno 2014/2015, per la prima volta infatti l’interesse dei ragazzi verso le professioni alberghiero / turistico supera per numero gli iscritti agli istituti tecnici di amministrazione, finanza e marketing (ex ragioneria).

Su un totale di 530.911 giovani iscritti al primo anno delle scuole secondarie per l’anno 2014/2015 infatti, 48.867 sono si sono iscritti all’indirizzo turistico/alberghiero (in aumento del 5%)  contro i 45.531 che hanno scelto l’ex ragioneria (in calo del 4%)

 

I dati emergono da una ricerca di dell’Associazione di Categoria Coldiretti e sono stati calcolati in base alle domande di preiscrizione per il prossimo anno di studi; da una successiva analisi di Coldiretti emerge però che solo una scarsa percentuale dei diplomati nell’indirizzo turistico / alberghiero troverebbe poi una occupazione nel settore per cui hanno studiato.

Certo è che l’Italia con il proprio importante patrimonio artistico, enogastronomico e turistico potrebbe offrire ancora importanti margini per l’inserimento di lavorato in un periodo nel quale la disoccupazione si aggira introno al 13% della popolazione attiva.

l’articolo è tratto da notizia Ansa.it