Dieci le città sedi dei corsi, iscrizioni fino al 12 marzo. Previsto il rimborso dei mezzi pubblici per i frequentanti.

Lingua italiana, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale: sono i corsi che la Regione Sardegna promuove per i cittadini extracomunitari.
La scuola, che rilascerà un attestato, ha quattro diversi livelli a seconda della conoscenza dell’italiano del singolo studente mentre non ci sono limiti d’età.
“I corsi – fanno sapere dall’Assessorato del lavoro – sono finalizzati principalmente a permettere ai cittadini extracomunitari di acquisire le competenze necessarie della lingua e della cultura italiana, al fine ultimo di garantirne una piena integrazione nel tessuto sociale”.
Le lezioni saranno disponibili a partire da un livello elementare, per poi salire in due classi intermedie e una avanzata. “I candidati che intendono partecipare alla selezione – hanno chiarito dalla Regione – dovranno far pervenire la domanda di partecipazione entro il 12 marzo 2012, tramite posta raccomandata o consegna a mano, presso la scuola indicata dal candidato come sede prescelta (Cagliari, Oristano, Sassari, Nuoro, Siniscola, Tempio, Olbia, Carbonia, San Gavino, Tortolì)”. Una volta iscritti e superata la selezione, la frequenza è obbligatoria: le attività dureranno complessivamente 70 ore e al termine verrà rilasciato un attestato di frequenza a chi avrà partecipato ad almeno il 70 per cento delle lezioni. La Regione ha deciso di venire incontro anche a coloro che hanno problemi di mobilità, incentivando l’utilizzo dei mezzi pubblici. “A coloro che li utilizzeranno” concludono dall’Assessorato, “sarà riconosciuto anche il rimborso spese viaggio, fino ad un massimo di 70 euro”.

fonte: www.immigrazioneoggi.it