imprenditore cineseA fronte delle numerosissime richieste pervenute dal sempre più crescente numero di aziende clienti di proprietà o gestite da imprenditori/manager cinesi, SFIA propone ed organizza una serie di corsi di formazione sulla sicurezza sul lavoro e sulla igiene alimentare rivolti esclusivamente alle società con personale di origine e lingua cinese.

Gli imprenditori e le attività cinesi rappresentano infatti una fascia importante della nostra economia che soprattutto sembrano riscontrare la crisi in maniera minore rispetto alle imprese nostrane, così come succede, in maniera minore anche per tutti gli imprenditori stranieri presenti in italia, i dati relativi all’andamento delle imprese tra il 2012 ed il 2012 infatti evidenziano una crescita del numero delle attività cinesi del 6,1% le società in generale di imprenditori non italiani crescono del 3,1% mentre le società di imprenditori italiani segnano un calo del -1,6%

I settori dome sono maggiormente concentrate le attività di origine cinese sono: commercio (dettaglio ed ingrosso) con 24.050 unità, segue il piccolo manifatturiero con 18.200 imprese, la ristorazione (bar, ristoranti, alberghi) con 13.700 unità e in ultimo concentrati principalmente nelle grandi città i servizi alle persone (parrucchieri, centri, estetici, cura unghie, centri massaggi) con 3.400 unità (dati riportati dall’articolo al link)

Tante, troppe, polemiche si sono fatte sulle regole e sul modo in cui gli imprenditori stranieri le rispettano, invocando una parità di controlli e di trattamenti dall’una e dall’altra parte per non cadere in una concorrenza sleale, ma noi non vogliamo unirci a queste in questa sede!

bandiera cineseCi basta riflettere sul fatto che in Italia ci sono circa 4 milioni (scarsi) di imprenditori su una popolazione attiva di 40 milioni di persone quindi il 10% della popolazione, tra gli imprenditori stranieri attivi in italia, in funzione del loro numero il tasso di imprenditoria è del 14,7% mentre tra i cinesi sfiora in 30%, probabilmente insieme a tutti i ragionamenti sulla capacità di inclusione sociale della comunità cinese, ci sta anche che abbiano una maggior vocazione per l’imprenditoria, per i suoi rischi e per i suoi sacrifici!

Tornando all’iniziativa, dopo questa breve panoramica, SFIA vede negli imprenditori cinesi presenti in Italia un’opportunità per promuovere la cultura della formazione e della legalità che le nostre leggi richiedono, le responsabilità personali e sociali che ogni imprenditore deve assumersi.

Per questi motivi, e per far fronte alle già numerose società clienti e partner SFIA organizza tra fine anno ed il primo trimestre del 2015 una serie di corsi di formazione finanziati ed a pagamento che prevedono oltre che, in qualità di docenti, i preparati tecnici della società, anche personale in co-docenza di origine cinese capace di chiarire qualsiasi dubbio afferente alla capacità linguistica e differenza culturale, anche materiali, dispense, e supporti didattici saranno tutti in doppia lingua per permetterne una più semplice interpretazione.

tra i corsi a calendario:

Corso per RSPP D.L. – rischio basso (commercio, ristorazione) da 16 h
Corso Antincendio – rischio basso da 4 h
Corso di Primo Soccorso – aziende cat. A, B, C, da 12 h e da 16 h
Corso per la sicurezza dei lavoratori da 4 h
Corso per addetti HACCP da 4 ore
Corso per responsabili HACCP da 8 ore

Tutte le informazioni sui corsi e sulle disponibilità sono visionabili nella sezione cataloghi corsi o chiedibili alla mail info@sfia.it